Vai al portale di ateneoTorna alla Homepage
Ti trovi qui: Home » Informazioni » La Biblioteca

Info e contatti

Organi di gestione:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Biblioteca

Storia, patrimonio e luoghi di servizio

Storia       

La Biblioteca della Facoltà di Economia, oggi "Biblioteca di Economia Sebastiano Brusco" nacque nel 1969 per impulso, tra gli altri, di Sebastiano Brusco (1934-2002), docente di Economia e Politica Industriale, al quale dal 2002 è intitolata.
 
Si caratterizzò fin da subito come biblioteca centralizzata di facoltà e non disseminata per istituti. A questo scopo, la Biblioteca fu privilegiata nella distribuzione dei fondi, a scapito delle dotazioni degli istituti, spesso ridotte all'osso, e dei fondi di ricerca dei docenti, tassate anche del 50%. Questa scelta controcorrente permise di avviare una politica di acquisizioni sorretta da un disegno unitario: il cuore della Biblioteca furono fin dall'inizio i periodici dell'area delle scienze sociali, di cui si cercò di acquisire - per quanto possibile - l'intera collezione, dall'anno di fondazione a quello in corso. Si avviò in un secondo tempo la costruzione di una buona collezione di libri, sia nuovi sia di antiquariato.
 
Dal 1993 (vedi Inaugurazione del Foro Boario) la Biblioteca occupa il piano terra dell'ala est  (e alcuni spazi adibiti a uffici al primo piano) del Palazzo del Foro Boario, eretto dall'architetto Francesco Vandelli per volontà del duca Francesco IV d'Este nel 1834, HONORI ET COMMODO FIDELIUM AGRICOLARUM, come avverte l'iscrizione posta sulla facciata del corpo centrale del palazzo. Il restauro dell'edificio, che ospita anche il "Dipartimento di Economia Marco Biagi" e un ampio spazio dedicato a mostre e esposizioni temporanee,  si deve all'architetto Franca Stagi, scomparsa nel 2008. 
In occasione delle celebrazioni del Quarantennale della Facoltà di Economia (1968-2008), Franca Stagi con Patrizia Curti pubblica il volume "Il Grande Porticato di Piazza d'Armi: Foro Boario di Modena" edito da Franco Cosimo Panini nel 2008, proprio per far conoscere, in maniera più approfondita alla città la storia e l'elegantissima architettura di questo straordinario edificio.
 
La Biblioteca è specializzata in discipline economiche e sociali,  e possiede, in particolare, una ricca collezione di periodici costituita principalmente da serie, in gran parte complete, delle più importanti riviste di economia europee e americane.
Dal 2004 la Biblioteca fa parte del Sistema Bibliotecario dell'Ateneo di Modena e Reggio Emilia.
        

Patrimonio (aggiornato al 31.12.2015)

                                                   

Spazi e attrezzature

Dotazione bibliografica

> 2423  metri quadrati totali

> 6735  metri lineari

di scaffali

> 250 metri lineari di espositore per riviste e novità librarie

> 300 posti di lettura

> connessione alla rete (wireless e a rete fissa)

> 15 postazioni PC e una stampante destinati al pubblico

> 3 fotocopiatrici self-service

> 165.395.000 monografie

> 81.525 annate di periodici

> 638 riviste in abbonamento cartaceo

> acesso a tutti i periodici elettronici in rete di Ateneo (circa 15.000)

> accesso a banche dati economiche e statistiche e l'accesso a tutte le banche dati in rete di Ateneo

 

  

Luoghi di servizio ( visualizza mappa )

Banco Informazioni e Prestito:

prima accoglienza, informazioni generali sulla Biblioteca, reference di base, aiuto nella ricerca sul catalogo on-line di Ateneo; rilascio di tessere di iscrizione alla biblioteca; vendita di  tessere per fotocopie e stampanti, operazioni di prestito e restituzione libri.

Zona "Fotocopie/Stampa"

fotocopiatura self-service con utilizzo di tessera magnetica (valida per tutte le macchine fotocopiatrici del Dipartimento) in vendita al Banco Informazioni e Prestito. Le stesse macchine dedicate al servizio fotocopiatura offrono la possibilità di stampare documenti da chiavetta USB, sempre a pagamento, con le stesse modalità previste per le fotocopie.

Zona "Novità bibliografiche":

esposizione delle ultime acquisizioni di materiale librario, spazio  per la consultazione dei quotidiani

Postazioni Internet:

dislocate in vari punti della Biblioteca e riservate ai possessori di credenziali UniMoRe, sono  postazioni collegate ad Internet e dedicate alla consultazione di banche dati on-line. Di queste postazioni, due a libero accesso (senza uso di credenziali), consentono la sola consultazione del Catalogo BiblioMo. Un'ultima postazione in particolare, previa registrazione presso il Banco del Prestito, è riservata all'uso della banca datiDataStream.

Connessione wireless

in tutta la sala di lettura della Biblioteca ed utilizzabile con i propri portatili. 

Connessione a rete fissa 

6 postazioni per la connessione a rete fissa. Sala di lettura, Navata Sud, campata 3,4,5,6,7,8

                 

 

 

[Ultimo aggiornamento: 05/10/2016 15:10:37]